Frutti di bosco surgelati confezionati con materia prima italiana, polacca e bulgara di nuovo ritirati… consigliamo di non acquistarli più!!!

Ennesimo ritiro di lotti di frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A. La segnalazione oggi è arrivata dal sistema di allerta europeo (Rasff) e sappiamo che riguarda materia prime provenienti da Polonia, Bulgaria e Italia.

In commercio ci sono ancora molte confezioni di frutti di bosco contaminate, molte sono nei frigoriferi dei consumatori e altre da 10 kg si trovano nelle dispense di ristoranti, pasticcerie e laboratori artigianali. 

La situazione è totalmente fuori controllo e col passare del tempo molti supermercati stanno ritirando il prodotto dal mercato, vi invitiamo di non consumare più i frutti di bosco surgelati ed evitare accuratamente di mangiare dolci e altre preparazioni che li contengono.