La motorizzazione civile multa in automatico chi ha la revisione scaduta

Con l’entrata in vigore da luglio delle nuove norme che impongono la prenotazione della revisione  online e l’informatizzazione di ogni passaggio, chi non si attiene all’obbligo rischia di ritrovarsi la multa direttamente nella cassetta delle lettere. Se prima, infatti, l’unico modo per accertare se all’auto era stata rinnovata la revisione era controllare fisicamente il libretto durante un controllo, ora la Motorizzazione Civile può effettuare tutte le verifiche del caso grazie ai dati contenuti nel proprio database. La revisione è obbligatoria dopo quattro anni dall’immatricolazione e poi ogni due anni. Per chi non la effettua in tempo le multe vanno dai 155 euro (con sospensione del libretto) per omessa o tardiva revisione ai 169 euro per chi circola con revisione scaduta. Una volta arrivata la sanzione, insomma, l’unica cosa che si può fare con la vettura è recarsi in officina.