Rifare la facciata del condominio per aiutare l’attività alberghiera non è da considerarsi come spese urgente

Nella questione è entrata la Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza 13 giugno – 3 settembre 2013, n. 20151.

Con questa sentenza i giudici della Suprema Corte hanno affermato che in tema di ristrutturazioni e spese urgenti da sostenersi presso uno stabile condominiale, di certo non rientra il “Rifare una facciata per favorire l’attività alberghiera presente nello stabile” (art. 1134 c.c.).