Scarico di rifiuti in siti non autorizzati dall’azienda, licenziamento immediato per l’autista

Lo stabilisce la Corte di Cassazione, sez. Lavoro, sentenza 18 aprile – 11 settembre 2013, n. 20823, respingendo il ricorso di un dipendente licenziato da un’azienda di trasporto e smaltimento di rifiuti, perchè mentre svolgeva la sua attività lavorativa in qualità di autista, depositava i rifiuti in un altro sito diverso da quello assegnatogli.

Il dipendente per dimostrare la propria innocenza ha cercato, senza fortuna, di utilizzare foto ritoccate, accusando l’azienda e i colleghi. 

Per assistenza e consulenza, contatta

segreteria@legaletributario.it