Utenti in fuga da Italiacom

Grazie all’intervento dell’Agcom (con delibera N.95/14/CONS) gli utenti Italiacom avranno la linea telefonica garantita fino al 1° Aprile e la possibilità di cambiare gestore di rete fissa. Dopo questa data il futuro dell’operatore low cost è incerto, infatti Telecom, che fornisce le linee a Italiacom, ha deciso di chiudere ogni tipo di rapporto per questioni di insolvenza. 

La delibera dell’Agcom è basata su due nodi fondamentali: 
1) Telecom non deve interrompere la fornitura di linee a Italiacom fino al 1° aprile;
2) Italiacom deve obbligatoriamente creare i codici di migrazione per permettere ai fruitori di cambiare operatore telefonico.

Gli utenti Italiacom in questi mesi hanno vissuto una vera e propria odeissea, tanti i dissevizi che ci hanno segnalato, tra questi spiccano:
– costi di attivazione altissimi (150€ prima di attivare la fornitura);
– allacciamente fatti con mesi di ritardo (se tutto procedeva nel verso giusto l’allacciamento non veniva fatto prima di due mesi dalla firma del contratto), in alcuni casi il servizio non è stato mai attivato;
– spesso i clienti si ritrovavano senza linea;
– impossibilità di mettersi in contatto con l’assistenza clienti.

L’AsCii dopo aver ricevuto centinaia di segnalazioni che mostravano, senza alcuna giustificazione, una condotta lesiva ai danni dei consumatori, ha deciso di mettere a disposzione di quest’ultimi uno staff legale per il rimborso delle somme già addebitate e il contestuale impegno a non addebitare ulteriori somme ai consumatori nei confronti dei quali Italiacom non è stata in grado di fornire un adeguato servizio.
Per la vostra segnalazione contattaci a prodotti@ascii.it

italiacom_ascii